L’innovazione tecnologica sbarca negli studi medici tra le perplessità

Il mio amico e Collega Andrea è entusiasta dell'evoluzione della Medicina Generale: già si vede, nel prossimo futuro, girare per la città trasmettendo col suo palmare ricette e certificati, dialogando via email con i pazienti, connettendosi con tutti i server della Pubblica Amministrazione per effettuare prenotazioni, ricoveri e quant'altro.

Io, come ho già avuto modo di scrivere, sono un po' più critico nei confronti di questa grande innovazione tecnologica che sta trasformando la nostra professione, il nostro modo di fare i medici, e non vorrei trovarmi proprio, in un ipotetico futuro, in una situazione simile a quella descritta in questa tragicomica scenetta di fantasia (ma neanche tanto!).

Medico (M): Buongiorno Signor Mario, è da tanto che non viene a trovarmi!Paziente (P):Buongiorno dottore, è vero, sono stato all'estero per lavoro ma adesso sono tornato stabilmente e avevo necessità di venire a trovarla. Vedo che il suo studio si è trasformato: computer, stampanti, nuovi apparecchi elettronici!

M): Eh si, è l'innovazione tecnologica, anche noi medici dobbiamo stare al passo. Ma che posso fare per lei?P):Allora, per prima cosa, stanotte sono stato afflitto da un terribile mal di denti e non ho dormito, quindi oggi non sono andato al lavoro e avrei bisogno del certificato.

M) (con aria pensosa): Mmmm, guardi, come saprà già da qualche tempo facciamo i certificati on-line e, proprio stamattina, il collegamento con il sito dell'Inps fa i capricci e non riesco a collegarmi. Se magari potesse passare più tardi...P):Va bene, intanto però potrebbe farmi un paio di ricette dei medicinali che mi servono.

M) (un po' imbarazzato): Lei forse non lo sa, ma da qualche mese non facciamo più le ricette cartacee, anche quelle vengono inviate on-line direttamente alla farmacia. Ma, purtroppo, da un paio di giorni ogni volta che do l'invio mi si apre una schermata nera e appare un piccolo omino che si dimena e ripete incessantemente: "Va' in mona, va' in mona!" E' sicuramente un virus informatico e sto aspettando da un momento all'altro il tecnico del computer che venga a bonificarlo. E' la terza volta in questo mese, sa? E non ha idea di quanto mi costi, solo di assistenza! Ma l'innovazione tecnologica ha il suo scotto da pagare.

P) (dubbioso): Capisco, ma nell'attesa, non potrebbe farmi le due ricettine cartacee, come una volta? M) (sobbalzando sulla sedia): Scherza!? Potrei incorrere in pesanti sanzioni disciplinari, fino alla revoca della Convenzione! Sa, è stato lo stesso ministro Brunetta a introdurre questo tipo di sanzioni.

P): Ah, il caro ministro! Che il Signore l'abbia in gloria! M): Amen, e Santo subito! P): Allora, dottore, potrebbe almeno misurarmi la pressione? E' da tanto che non la controllo.

M) (con aria afflitta): Purtroppo no! Vede, da quando hanno dichiarato fuori norma gli sfigmomanometri a mercurio, mi sono dotato di questo magnifico apparecchio automatico altamente tecnologico. Disgraziatamente si sono scaricate le batterie e non ho avuto il tempo di ricomprarle. P): Allora niente pressione? M): No, mi spiace. Sa, l’innovazione tecnologica.

P): Quindi, dottore, stamattina non può fare proprio niente per me? M) (sorridendo):Beh, se vuole, potrei controllarle la prostata con una bella esplorazione rettale!

P) (alzandosi di scatto): Oh no, grazie dottore, non sia mai che, in nome dell'innovazione tecnologica, me la debba pure prendere... in quel posto!

(Esce dallo studio).

  • Attualmente 5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 5/5 (1 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!