Lighting Design, Custom Prize 2014 ai due giovani progettisti di “Atomy”

Daniele Reteuna e Alessandra Lo Turco con Federico Ognibene di ILM Sistemi di Illuminazione

Alessandra Lo Turco e Daniele Reteuna si aggiudicano il Custom Prize 2014 con il progetto “Atomy”, sistema di illuminazione modulare a led premiato a Padova durante la fiera Illuminotronica da Marco Frascarolo, lighting designer e presidente dell’Associazione Italiana Di Illuminazione (AIDI) Lazio e Molise, nonché ideatore del premio.

A fare la differenza sono stati la qualità estetica e la fattibilità tecnico-economica del progetto che hanno, così, consentito ad “Atomy” di arrivare primo fra tutti. Il progetto di illuminazione ideato dai due giovani vincitori è un sistema flessibile e modulare a led da interni, che trae spunto dall’idea di aggregazione molecolare per organizzare una materia effimera quale è la luce. Luce pulsante, viva, variabile nell’intensità e nel colore, in grado di animare lo spazio con presenze minimali oppure di riempirlo di una rete puntiforme, variabile nella struttura e nella forma. Ogni modulo è composto da un vano di alimentazione e tre punti luce, ognuno dei quali mediante la presenza di tre uscite di collegamento è assemblato ad altri punti luce modulari, gestibili in una vasta gamma di combinazioni, per applicazioni a parete e a sospensione.

“L’idea del Custom Prize nasceva un anno fa– racconta Marco Frascarolo – con il preciso intento di promuovere una rinnovata cultura del design e partecipare allo sviluppo tecnologico del Paese, mettendo in contatto giovani designer e progettisti con il mondo della produzione”. Il concorso oltre a concentrarsi sulla progettazione e sul dialogo tra giovani progettisti il loro interlocutore ideale, vale a dire il mercato, punta alla successiva commercializzazione di un prodotto nel settore lighting. Il progetto “Atomy”, infatti, previa verifica di fattibilità tecnico-economica, entrerà nel catalogo del brand That’s my led di ILM Sistemi di Illuminazione, azienda produttrice di apparecchi di illuminazione e sponsor unico del Custom Prize 2014 promosso da Assodel(Associazione nazionale fornitori elettronica).

“Dalla necessità di incontro tra giovani designer e mercato del lighting scaturisce il carattere fattivo del premio – commenta Federico Ognibene di ILM Sistemi di Illuminazione – che punta allo sviluppo del settore del lighting design in Italia attraverso la realizzazione di un nuovo prodotto e la valorizzazione delle idee virtuose e all’avanguardia dei new players”.

Reduci dal successo al Solar Decathlon Europe di Parigi, dove hanno ottenuto il primo posto nella categoria Lighting Design con il team RhoME for denCity per l’illuminazione di un’unità abitativa ecosostenibile, Marco Frascarolo e Federico Ognibene portano avanti il loro lavoro con impegno verso il riconoscimento sempre più evidente dell’ingegno e della creatività Made in Italy.

  • Attualmente 5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 5/5 (1 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!