Open House Roma 2014: il lighting design protagonista con quattro progetti

L'ex vasca navale

Il 10 e 11 maggio molti spazi importanti, che fanno parte della bellezza di Roma, saranno visitabili da tutti nell’ambito della manifestazione internazionale Open House Roma 2014. La luce e il suo ruolo nella valorizzazione architettonica degli edifici sarà uno dei temi più interessanti dell'evento, alla sua terza edizione, che apre al pubblico per tutto il weekend ben 166 luoghi di interesse architettonico e artistico della Capitale. Sul sito www.openhouseroma.org il programma dettagliato, all'interno del quale sarà possibile visitare gratuitamente quattro siti la cui valorizzazione architettonica è avvenuta attraverso un accurato studio sull’illuminazione e l’applicazione di soluzioni di lighting design. Protagonisti di una progettazione avvenuta anche attraverso la creatività e le nuove prospettive del design della luce sono i padiglioni dell’ex Mattatoio che ospitano il Dipartimento di Architettura, il complesso dell’ex Vasca Navale che ospita il dipartimento di Ingegneria dell'Università Roma Tre, la Galleria Nazionale di Arte Antica di Palazzo Barberini e il Cavalcaferrovia Ostiense. I primi due siti sono stati progettati dal lighting designer Marco Frascarolo, la Galleria di Arte Antica di Palazzo Barberini da Adriano Caputo e la Cavalcaferrovia Ostiense da Francesco Bianchi.
L’importanza della luce in architettura e la crescita della sensibilità sul tema da parte di designer e utenti è testimoniata dalla presenza di quattro realizzazioni che quest’anno saranno presenti e visitabili gratuitamente all’interno della manifestazione internazionale Open House Roma – ha spiegato Marco Frascarolo, presidente AIDI (Associazione Italiana di Illuminazione) Lazio e Molise - Quattro progetti che rappresentano una casistica limitata ma interessante, in quanto rappresentano le applicazioni nel settore dei Beni Culturali, degli spazi per la formazione e il lavoro, delle applicazioni outdoor”.
Durante le visite gratuite, il 10 e l’11 maggio prossimi, saranno presenti i progettisti e gli esperti di illuminotecnica che hanno contribuito alle realizzazioni: il segno di una multidisciplinarità che cresce e che, con maggiore consapevolezza rispetto al passato, viene percepita come unica chiave per la realizzazione di un progetto di qualità. Open City Roma ha organizzato per la manifestazione 33 eventi speciali e 25 tour ciclo-pedonali. Gli edifici protagonisti dell’apertura straordinaria sono palazzi storici ma anche appartenenti al patrimonio della più recente archeologia industriale.

  • Attualmente 4.5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 4.5/5 (2 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!