Manuale di psichiatria a fumetti: informazione e semplicità

L’opera di Antonio Vento ed Alessandro Emiliano Vento nasce da un’intuizione importante, quella cioè di offrire uno strumento d’informazione agile e semplice nel linguaggio e capace di avvicinare lettori di differenti età alla problematica psichiatrica.

Il fumetto rappresenta, quindi, l’escamotage per comunicare meglio con i più giovani, ottenendo attenzione e interesse soprattutto in bambini e adolescenti. È bene ricordare, però, che un libro a fumetti non è rivolto solo ai piccoli: l’obiettivo principale degli autori, infatti, resta quello di raggiungere un’ampia platea.

È cosa nota, oggi, che tanti disturbi mentali gravi cominciano a manifestarsi già a 12-13 anni, talvolta anche prima; si è scoperto, inoltre, che esistono fattori ambientali di rischio e di protezione che incidono sullo sviluppo dei disturbi in modo decisivo: conoscere queste realtà può aiutare a modificarli.

Un manuale di psichiatria, realizzato attraverso fumetti, contribuisce, peraltro, a demolire quel muro di separazione, di paura e spesso anche di rifiuto che allontana le persone affette da disturbi mentali dal resto della popolazione. Questo libro vuole rendere più semplice, accettabile e vicina la realtà della malattia mentale, provando a eliminare lo stigma che isola e segrega le persone sofferenti e, al contempo, impedisce e ritarda interventi preventivi e precoci.

La presentazione del Manuale di Psichiatria a fumetti di Antonio Vento e Alessandro Emiliano Vento, a cura di Gianluigi Di Cesare e Giuseppe Ducci, edito da Alpes, avverrà giovedì 14 febbraio alle ore 19,00. L’evento è organizzato dalla PreSam - Prevenzione e Salute mentale associazione onlus, in occasione del Congresso SOPSI presso il Palazzo Carpegna Domus Mariae, in via Aurelia 481 a Roma. Con gli autori interverranno anche i curatori.

  • Attualmente 4.5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 4.5/5 (2 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Commenti

Non ci sono commenti