Metti una sera a cena con...l'enologo

A cena con l'enologo - Osteria Mest di Arezzo - Valentino Ciarla

Metti una sera a cena con ...l'enologo. Ovvero una serata in compagnia di diversi vini realizzati in diverse aziende che però sfruttano le capacità e le conoscenze di uno stesso enologo. Diversi territori e diverse tipologie quindi, ma con la difficoltà questa volta di utilizzare per tutti la stessa uva, ovvero il sangiovese. Abbina il tutto a una cucina creativa ma di sostanza e ne uscirà fuori un evento interessante sotto più punti di vista. "A cena con l'enologo - Sangiovese, mille sfumature per un'anima sola" è il nome della cena organizzata ad Arezzo dal progetto De...Gusto all'Osteria Mest dello chef Francesco Mastronardi. Protagonisti della serata i vini a base sangiovese di diverse aziende che sfruttano la consulenza dell'enologo Valentino Ciarla, che ha presentato durante la cena le varie etichette evidenziandone differenze e percorsi produttivi originali.

L'antipasto, formato da un uovo del casentino cotto a bassa temperatura con capperi e bottarga oltre a una galantina di coniglio con giardiniera agrodolce, erano accompagnati dal Metodo Classico rosé "Stellare" 2011 dell'azienda Le Chiuse di Montalcino e dal rosato 2013 della Fattoria Casabianca di Murlo. Ovviamente si è poi passati ai vini rossi, con il Ceneo Montecucco DOC 2010 dell'azienda Begnardi di Monteantico che ha accompagnato gnocchi ripieni di stracotto d'anatra con crema di pecorino leggermente agrumata mentre due sono state le etichette abbinate alla quaglia farcita pistacchi e mele, il Chianti Classico DOCG 2010 della Fattoria Poggiopiano di San Casciano in Val di Pesa e il Brunello di Montalcino DOCG 2007 di Tenimenti Ricci.
Molte le domande dei commensali, incuriositi da come una stessa uva possa dare vita a diverse tipologie di vino e, anche all'interno di queste, a molteplici sfumature. Frutto di territori e tecniche, ma anche delle idee dei produttori stessi che vogliono ovviamente dare un tocco personale ai propri vini e che chiedono dunque agli enologi specifiche attenzioni a questi aspetti.
La serata è piaciuta tanto da finire anche sul sito/blog di Luciano Pignataro, uno dei siti più importanti per l'enogastronomia italiana, con un articolo dedicato a firma Fabio Panci.

  • Attualmente 5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 4.92308/5 (13 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!