Orvieto e Grechetto, una sfida

Luogo raccolto ma specializzato, la Rimessa Roscioli di Roma - uno delle tante sedi del buon bere e buon mangiare che portano il nome della più famosa salumeria della Capitale - ha ospitato martedì 21 gennaio un doppio appuntamento dedicato ai vini del Lazio e non solo. Banchi di assaggio nel pomeriggio e poi tavola rotonda la sera, per un evento intitolato provocatoriamente: "Orvieto e Grechetto, gli unici buoni del Lazio". Il gioco di parole si basa sul disciplinare della DOC Orvieto, che consente di imbottigliare tale tipologia anche in alcuni comuni del Lazio. Il secondo passo del ragionamento è, appunto, la qualità intrinseca riconosciuta all'Orvieto, tanto da dedicare la serata al tema condiviso de "Ce la facciamo a fare un vino buono nel Lazio?".

Nella piccola enoteca si via San Salvatore in Campo, dietro Campo de' Fiori, si sono riuniti per un banco d'assaggio le cantine orvietane Sergio Mottura, Le Velette, Palazzone, Decugnano Dei Barbi e Barberani oltre ad un fuori programma dedicato al Soave "La Froscà". La serata ha visto stappare diverse annate degli stessi Orvieto portati dai produttori e si dato vita ad un piacevole dibattito. Tra le bottiglie stappate come non ricordare il Lunato, Orvieto Classico Superiore DOC 2012, de Le Velette e la simpatia del proprietario Corrado Bottai ma ovviamente in ottima compagnia per una zona di produzione dalle grandi potenzialità.

Appuntamento quindi molto importante nonostante le dimensioni, utile per chi ha voglia di mettersi in discussione e cerca di sperimentare e capire quanto accade a due passi da casa così come in posti lontani. D'altronde, ad esclusione di pochi casi singoli dovuti a fortuna e lungimiranza, il Lazio continua a stentare nella scoperta di una qualità enologica diffusa. Da grande fornitore per il consumo della Capitale il vigneto laziale non ha saputo emanciparsi e, soprattutto, non ha riconosciuto il cambiamento epocale nell'idea stessa di vino che si è affermato negli ultimi 20 o 30 anni. Iniziative di confronto sono quindi sempre importanti e forse l'unica strada, con numeri più ampi, per far migliorare la qualità della nostra produzione. 

  • Attualmente 5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 5/5 (6 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!