‘Hiv? Sintonizzati!’: prevenzione e informazione partono dai banchi di scuola

Aumentare la consapevolezza sull’Aids e migliorare, quindi, la prevenzione nei giovani attraverso un ciclo di dibattiti con esperti e la diffusione di questionari anonimi è quanto prevede il progetto “Hiv? Sintonizzati!”, partito in 12 scuole medie e 25 licei romani con il coinvolgimento di ben 10.000 studenti.

Tale campagna, ideata e realizzata dal “Coordinamento romano Hiv” (costituito dai principali organismi che nella capitale operano nel campo) e promossa da Roma Capitale, mira a intensificare la lotta non solo alla malattia del secolo ma anche alle altre infezioni sessualmente trasmissibili, seguendo la logica per cui la scuola ha un ruolo centrale e determinate nell’educazione alla salute.

Sono stati, quindi, programmati incontri con medici, psicologi e operatori delle associazioni, oltre che la distribuzione ai ragazzi di opuscoli e questionari anonimi per fornire il maggior numero di informazioni utili ma anche per capire se gli studenti sono sufficientemente al corrente dei metodi di trasmissione del virus dell’Hiv e dei rischi che comporta l’infezione di questa malattia.

Le istituzioni devono entrare nelle scuole – ha detto il vicesindaco Sveva Belviso alla presentazione del progetto presso l’istituto Leon Battista Alberti all’Eur – perché su Aids e Hiv i giovani devono avere la consapevolezza degli effetti negativi e a volte irreversibili di abitudini e comportamenti scorretti di natura sessuale. E questa iniziativa ha il merito di voler infondere questa cultura di informazione e prevenzione”.

Per lanciare al meglio la campagna, il presidente della commissione Politiche Sanitarie di Roma Capitale, Fernando Aiuti, ha simbolicamente regalato a uno studente un paio di boxer con dentro la tasca una cartucciera di preservativi. “I ragazzi hanno detto che i preservativi sono troppo costosi, questo è uno dei problemi – ha spiegato Aiuti lanciando, poi, un appello al ministero della Salute e all’Antitrust – affinché intervengano per abbassare i prezzi: il profilattico è ancora l’unico mezzo per il controllo delle malattie sessualmente trasmissibili”.

E forse un passo in più poteva essere fatto proprio all’interno del progetto “Hiv? Sintonizzati!” con la distribuzione gratuita di condom a tutti gli studenti coinvolti.

  • Attualmente 5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 5/5 (2 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Commenti

Non ci sono commenti