L’attività fisica contro l’ipertensione

L'attività fisica si è visto essere in grado di ridurre il rischio cardiovascolare a 10 anni del 25%, intendendola come componente terapeutica. Nei soggetti ipertesi è sicuramente indicata per un migliore controllo sia della Pressione Arteriosa (PA) sia pure come prevenzione di eventuali accidenti cardiovascolari. Un allenamento di tipo dinamico aerobico con movimenti ripetuti come il camminare o correre o andare in bici per breve tempo può ridurre la PA anche per una giornata intera. Se tale esercizio viene ripetuto costantemente una volta al giorno per almeno tre giorni a settimana si riesce a controllare la PA per tutta la settimana. Chiaramente ciò avviene nel caso di ipertensione lieve o moderata.

Nei casi di ipertensione severa il discorso resta valido se insieme all'attività fisica regolare si adottino gli opportuni cambiamenti di stile di vita e le terapie farmacologiche del caso (in genere l’ipertensione severa è sempre accompagnata da stili di vita alterati quali il fumo, il cibo eccessivo, l'alcool, la sedentarietà). Si è visto anche che nei pazienti sottoposti a terapia farmacologica per ipertensione arteriosa, l'attività fisica regolare porta a migliorare il controllo farmacologico. Nell'ipertensione arteriosa severa l'attività fisica dovrà iniziare gradualmente con carichi di lavoro d'intensità molto moderata e considerando anche le eventuali altre patologie associate.

Il tipo di esercizio da preferire in ogni caso è quello aerobico come esercizi a corpo libero, corsa in piano o su pendenze molto lievi anche avvalendosi di tappeti ruotanti e biciclette. L'esercizio fisico va mantenuto costantemente senza la preoccupazione di aumentare l'intensità dello stesso. Sono, altresì, indicati per ogni seduta il riscaldamento e il defaticamento. L'attività fisica diventa così un importante ausilio nel trattamento del paziente iperteso e notevole è l'impatto sulla prognosi a distanza. Il medico deve pertanto tener conto che trattandosi di terapia fisico-motoria dovrà essere adattata e personalizzata come se si trattasse di terapia farmacologica.

  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!