Ritorno in Germania, dalla Valle della Mosella fino a Treviri

Riprendiamo la rubrica dei viaggi, per affrontare meglio l’inverno che ci avvolge. Ritorniamo in Germania, al momento ancora la destinazione più economica, nonostante un’assurda tassa di 8 euro imposta dal governo tedesco dal 1 gennaio 2011 su ogni approdo aeroportuale.

Naturalmente il vettore è sempre Ryanair e la destinazione è Frankfurt Hahn (uno degli scali valorizzato dai low cost e che potrebbe risentire di questo balzello cervellotico). Dal sito Irlandese non si comprende se questa tassa sia già inclusa oppure no, comunque i prezzi sono talmente bassi per cui il volo è ancora molto conveniente: a seconda di quanto in anticipo prenotiamo, i prezzi oscillano tra 53 e 69 euro.

Si parte il sabato alle 9,55 e si arriva alle 11,50; per questo tipi di viaggio questa volta consigliamo vivamente di affittare un’automobile, soprattutto per vedere bene la Valle della Mosella che è affiancata da una magnifica strada panoramica; d’altra parte, avendo pagato così poco per l’aereo, potremo senz’altro permetterci di spendere circa 100 euro (benzina esclusa naturalmente) per una comoda auto per quattro persone.

La prima tappa è Treviri (o Trier in tedesco) senza dubbio la città estera che possiede più rovine romane al mondo e che divide il primato di città più antica della Germania con la vicina Worms. Il monumento più importante è sicuramente la Porta Nigra (detta così per l’inevitabile scurirsi della originale arenaria) ma sono anche interessanti le rovine dell’anfiteatro e delle terme. Treviri è una cittadina molto piacevole da girare a piedi, specialmente la sua piazza principale (Haupmarkt) circondata da antichi edifici restaurati ma, poiché la carne è debole, fate anche una puntatina ad una piazza poco distante (Kornmarkt) dove è situato il birrificio della Bitburger; qui potrete apprezzare le specialità locali annaffiate dalla nota birra.

A Treviri non si spende molto per dormire; usando il noto sito booking.com si potrà prenotare una discreta doppia con prima colazione tra gli 80 e i 100 euro. Per terminare la serata vi consiglio un’escursione in periferia dove tutt’ora sono situati alcuni vigneti che oggi sono ormai incorporati nella città ma producono ancora ottimo vino (della Mosella, appunto); al numero181 di Olewiger Strasse (vicino alle terme) potrete cenare presso la Weinstuben Deutschherrenhof che produce ottimo Riesling; la carne viene cotta su un’enorme griglia davanti ai vostri occhi; il conto è più o meno quello di una pizzeria a Roma! Il giorno dopo si parte per la gita lungo la Mosella; la strada segue il corso sinuoso del fiume ed attraversa alcuni incantevoli piccoli borghi; da non perdere i due borghi gemelli Bernkastel e Kues che si fronteggiano dalle rive, e anche, poco più avanti, Traben-Trarbach e Cochem (se ce la fate). Per gli amanti della birra consiglio uno spuntino al Kloster (Monastero) Machern, allo Zeltinger Brucke nei pressi di Berkastel; i monaci producono una Dunkel (scura) favolosa.

Purtroppo verso le 15 bisogna dirigersi verso l’aeroporto; infatti l’aereo riparte alle 18,10; non occorre però ritornare a Treviri: da Traben-Trarbach seguite la strada che va verso la collina, e dopo una ripida (e panoramicissima) salita troverete le indicazioni per l’aeroporto. Buon divertimento!

  • Attualmente 3 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 3/5 (3 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!